Rassegna stampa - Energie rinnovabili 21-09-2009

Fotovoltaico in agricoltura, il fisco da una mano

Ecco, sia pure in estrema sintesi, il contenuto della circolare. Viene precisato che per fonti rinnovabii agroforestali s'intendono le biomasse, cioè la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali ed animali) e dalla silvicoltura (ad esempio biomasselegnose che siottengono dalegna da ardere, cippato di origine agroforestale, o pellet derivante dalla segatura di legno). Per poter usufruire della tassazione su base catastale necessario che per le produzioni di energia e carburanti effettuate dall'imprenditore agricolo vengano utilizzati prevalentemente prodotti ottenuti direttamente dall'attività agricola svolta nel fondo rispetto a quelli acquistati presso terzi. Si tratta de] cosiddetto requisito della prevalen. za.

Se questo confronto quantitativc non è possibile perché i beni sono di natura diversa, si fa riferimento al rapporto tra il loro valore normale ed il costo dei prodotti acquistati da terzi. Il requisito della prevalenza viene consideratosoddisfattoquandoilvalore dei prodotti dell'impresa è superiore al costo sostenuto per acquistare prodotti di terzi. Sepoiilconfronto non è possibile perché i prodotti non hanno un valore stimabile (come ad esempio nel caso dei residui zootecnici) la prevalenza potrà essere riscontrata effettuando una comparazione avafle delprocessoprodutti vo dell'impresa, tra l'energia derivantedaprodottipropriequellaricavatada prodotti acquistati daterzi. La circolaree evidenzia che la produzione di entergia da fonte fotovoltaica a differenza di quella derivante dafonti agroforestali, non richiede l'utilizzazione di prodotti provenienti dal fondo, una necessita dell'installazione di specifici impianti (pannelli fotovoltaici) in grado di convertire le radiazioni solari in energia elettrica o calorica.

La produzione di energia fotovoltaica da parte degli imprenditori agricoli viene considerata produttiva di reddito agrario per la parte generatadaiprimi200KWdi potenza nominale installata. La produzione di energia che supera questa soglia, pu essere considerata produttiva di reddito agrario in presenza di uno ditte di specffici requisiti. Ad esempio, il volume d'affari derivante dall'attività agricola (esclusa la produzione di energia fotovoltaica) deve essere superiore al volume d'affari della produzione di energia fotovoltaica eccedente i 200 KW. Questo volume deve essere calcolato senza tenere conto degli incentivi erogati per la produzione di energia fotovoltaica. In caso contrario, il reddito derivante dalla produzione e vendita di energia costituisce perlaparteeccedentei2 00KWreddito Fotovoltaico in agricoltura, il fisco dà una mano La produzione e la cessione di energia elettrica e calorica da biomasse provenienti dai rifiuti e dai residui dei campi e dalla silvicoltura è considerata reddito agrario e non d'impresa, con importanti vantaggi per i coltivatori. Che debbono, per , rispettare le condizioni poste dall'Agenzia delle Entrate *** sottoche coninvestito del3O%degliimpiantifotovoltaiciinstallati d'impresa.

I soggetti destinatari del La tassazione regime fiscale previsto per la avviene produzione di energia da utilizzando fonti rhmovabili sono le per- le tariffe sone fisiche, le società sem- d'estimo plici e gli enti non commer- in vigore ciali che esercitano le attività agricoledicuiall'articolo2l35 delcodicecivile; le società di persone, le società a responsabilità limitata e le società cooperativecherivestanolaqualifica di società agricola (articolo 2 del Decreto Legislativo numero 99 del 2004) cheoptanoperladeterminazionedel reddito su base catastale.

 
 

100% rinnovabili ora! - Francesca Sartogo
 
 
banner eurosolar

spazio banner
NEWS dal Web
Repubblica.it » ambiente

Il risultato di una ricerca australiana: le acque piovane e reflue potenziali canali per la diffusione della resistenza


Il blocco di ghiaccio di 315 miliardi di tonnellate, grande oltre 1.600 km², si è staccato dall'Amery. La glaciologa rassicura: "Fenomeno normale, non dovuto ai cambiamenti climatici. E' lo stato dell'Antartide a preoccupare"


NEWS dal Web
Legambiente.it


EUROSOLAR BulgariaEUROSOLAR Česká republikaEUROSOLAR DanmarkEUROSOLAR EspanaEUROSOLAR FranceEUROSOLAR LuxembourgEUROSOLAR ÖsterreichEUROSOLAR TürkiyeEUROSOLAR UKaltre sezioni EUROSOLAR...

Display Pagerank      © Eurosolar Italia 2008 - 2012 | webmaster: EOF